Chirurgia Aviare

La chirurgia negli uccelli è una specialistica che deve essere svolta da veterinari con grande esperienza specifica con anni di casistica e pratica alle spalle. Importanti nozioni anatomiche e fisiologiche ed un’importante curva d’apprendimento sono necessarie al team medico aviare per poter gestire in sicurezza e massima consapevolezza l’anestesia e la chirurgia aviare.  Nella maggior parte dei casi il chirurgo si trova di fronte pazienti di piccole dimensioni, da 20 g di un canarino a circa un kg di un’ara.  Ridurre il più possibile la durata dell’anestesia è fondamentale.


La preparazione del campo operatorio, l’applicazione dei monitoraggi e tutte le procedure che anticipano l’intervento devono essere svolte in  modo rapido e ben organizzato. Nonostante le dimensioni limitate del paziente, è consigliato agire in più operatori contemporaneamente per guadagnare preziosi minuti: uno si occuperà dell’applicazione dei monitoraggi (in base alla specie e al caso) un altro preparerà il campo operatorio. Gli accessori e gli strumenti utili all’intervento devono essere disponibili e già preparati. I nostri chirurghi ed anestesisti aviari si avvalgono di strumentazioni dedicate fondamentali a velocizzare ed aumentare l’efficacia delle procedure.

I nostri chirurghi ed anestesisti aviari si avvalgono di strumentazioni accessorie, moderne ed avanzate fondamentali a velocizzare e facilitare le procedure.

Il bisturi ad onde radio (raido-bisturi) è un dispositivo esistente da moltissimi anni che ancora oggi rappresenta un importante strumento inn chirurgia degli uccelli grazie alle dimensioni molto piccole della pinza bipolare e grazie all’efficacia e delicatezza della sua azione di taglio e coagulazione anche in pazienti di piccolissime dimensioni. L’utilizzo di questi strumenti permette di minimizzzarei rischi di emorragia
Il divaricatore chirurgico lone-star permette di mantenere aperta la breccia operatoria nei nostri pazienti di piccole dimensioni e consentire al chirurgo di avere una visualizzazione competa degli organi in questione.
Intervento chirurgico in un falco pellegrino per la rimozione di un granuloma fungino

La nostra lunga esperienza nel campo e l’enorme casistica alle nostre spalle ci permette di vantare grande confidenza con le più avanzate procedure chirurgiche in tutte le specie aviari.

Ortopedia Aviare

Le patologie ortopediche negli uccelli sono frequenti. Incidenti e traumi con coinvolgimento dell’apparato scheletrico sono comuni in tutti gli ambienti. Così come avvengono in natura sono possibili durante il volo libero in voliera in gabbia o nell’ambiente domestico. La prevenzione è sempre la prioritaria, ma anche il proprietario più scrupoloso e attento può incappare in un incidente. Tra le patologie più frequenti abbiamo fratture di arti inferiori fratture dell’ala, fratture della cintura toracica (scapola clavicola coracoide). Non sono insolite patologie legate alle ossa del cranio in particolare a quelle legate al movimento del becco.

un’ortopedia in un Aquila per la riduzione di una frattura del tibiotarso

Una volta valutate le condizioni generali del paziente e dopo un dettagliato esame radiografico sarà proposto l’approccio o gli approcci terapeutici più indicati al caso specifico. Nella scelta del metodo di immobilizzazione della frattura vengono valutati tutti gli aspetti con l’obiettivo di fare sempre la scelta migliore per l’animale e per una completa restitutio ad integrum:

  1. età dell’animale
  2. Indole (pet selvatico…)
  3. Gravità della lesione
  4. Localizzazione anatomica
  5. Rapporto rischio/beneficio per ogni tipo di terapia proposta (bendaggio vs intervento)
  6. Qualità della vita dell’animale dopo la guarigione
  7. Disponibilità del proprietario ad affrontare eventuali costi
Intervento ortopedico in un volatile di piccola taglia

Le regole generali alla base della chirurgia ortopedica aviare sono le stesse che abbiamo citato per la chirurgia generale: esperienza, precisione, velocità. La nostra lunga esperienza nel campo e l’enorme casistica alle nostre spalle ci permette di vantare grandissima confidenza con le più avanzate procedure ortopediche in tutte le specie aviari.  Siamo in grado di eseguite interventi ortopedici pazienti medio piccoli quando necessario.

Una delle metodiche ortopediche maggiormente utilizzata nei pazienti aviari è la fissazione esterna. Consiste nella stabilizzazione di monconi ossei attraverso l’inserimento di pin in acciaio (chiodi) che vengono poi stabilizzati attraverso una resina esterna che manterrà immobili i monconi fino alla formazione del callo osseo. Dopo la conferma radiografica della guarigione l’impianto viene rimosso e l’arto coinvolto torna al suo stato normale. 

Rimozione di un impianto di fissazione esterna in un Ara ararauna dopo guarigione della frattura
Radiografia di controllo in una frattura di tibiotarso di sparviero
Tecnica chirurgica utilizzata per correggere la deviazione del becco in nun pullo di ara maca